Neospora caninum: valutazione anche economica degli strumenti di controllo

L'infezione da Neospora caninum è considerata una delle più importanti cause infettive di aborto nei bovini da latte. Per intervenire sulla sua diffusione, in uno studio dell’Università di Hong Kong sono stati considerati e valutati quattro potenziali strumenti di controllo tra cui l’abbattimento degli animali positivi (test-and-cull), farmaci, vaccinazioni e allevamento selettivo. Il costo di ciascun mezzo di controllo, unitamente all'inevitabile perdita annuale dovuta alle dinamiche della popolazione, è stato adottato quale criterio di valutazione economica.

 

In base alla simulazione effettuata e all’analisi degli effetti indotti dalle diverse variabili, i risultati dei ricercatori cinesi hanno dimostrato che, rispetto a ogni singolo strumento di controllo, quelli combinati sono più efficaci e danno risultati economici migliori. Tuttavia, per le aziende zootecniche colpite da un’elevata prevalenza di malattia (pari o superiore al 30%), la vaccinazione è l'opzione più efficace ed economica tra tutte le strategie prese in considerazione. D'altra parte, per gli allevamenti in cui la prevalenza è relativamente bassa (circa il 10%) il controllo combinato, vaccinazione seguita da test-and-cull, farmaci o allevamento selettivo, potrebbe essere l’alternativa per fornire un migliore risultato economico aziendale rispetto al singolo strumento di controllo in un determinato periodo.

 

Liu Y. et al. Combined control evaluation for Neospora caninum infection in dairy: economic point of view coupled with population dynamics. Vet Parasitol., 2020 Jan; 277:108967.