Effetto delle micotossine del gruppo tricoteceni B sull'intestino del suino

Un recente studio ha esaminato gli effetti sulla salute dell'intestino suino delle micotossine del gruppo dei tricoteceni B (TCT B; prodotti da muffe del genere Fusarium, sono i più comuni contaminanti alimentari dei cereali nelle regioni temperate): deossinivalenolo (DON), i suoi derivati acetilati 3-acetildeossinivalenolo (3-ADON) e 15-acetildeossinivalenolo (15-ADON), così come il nivalenolo (NIV) e il suo derivato acetilato fusarenone X.

Inizialmente, alcune cellule dell'intestino tenue (linea cellulare Ipec-1 derivata da un minipig New Hampshire neonato, che ha mantenuto le caratteristiche di un epitelio intestinale) sono state esposte a concentrazioni crescenti di TCT B che andavano da 0,12 a 150 μM, da sole o come miscela. Dopo 24 ore di esposizione, è stata osservata un'inibizione dose-dipendente della vitalità degli enterociti, con i maggiori effetti associati FX e VIN, seguite da 15-ADON, quindi DON e 3-ADON.

 

In caso di esposizione a miscele, è stato notato un effetto sinergico sulla vitalità degli enterociti per l’associazione DON e 15-ADON, a partire da concentrazioni di 0,2 µM, e per le coppie 15-ADON/3-ADON, DON/15-ADON e DON/NIV. Un effetto antagonista, invece, è stato osservato per la combinazione DON/FX.

In un secondo esperimento, espianti digiunali prelevati da sei suinetti sono stati sottoposti a dosi crescenti di DON e NIV, comprese tra 0 e 40 µM, da sole o in miscela. I risultati hanno mostrato un'attivazione dose-dipendente dell’espressione genica di citochine pro-infiammatorie IL-1ß, IL-8, IL-17A e IL-22 nel tessuto intestinale. Tuttavia, tra 5 e 10 μM, viene raggiunto un plateau dell’effetto, quindi l'espressione delle citochine diminuisce. Si noti che IL-8 si è dimostrata la più sensibile ai TCT B testati. Un effetto sinergico sull’attività pro-infiammatoria è stato osservato anche per la coppia DON-VIN, a dosi di 1 µM di DON e 3 µM di VIN e più.

Questo studio ha quindi dimostrato l'effetto citotossico dei TCT B e la loro attività pro-infiammatoria da soli o in combinazione, che può essere all’origine di una compromissione delle capacità di rinnovamento dell’epitelio intestinale suino o dell'instaurarsi di una condizione infiammatoria cronica. Questi effetti sono osservabili a dosi molto basse (dell'ordine di un micromolare). Per i ricercatori, è necessario continuare con l’esecuzione di esperimenti in vivo per adattare la normativa europea sulle micotossine agli effetti cocktail osservati.

Alassane-Kpembi I. et al. Effet cocktail des mycotoxines du groupe des trichothécènes B sur la santé intestinale du porc. Journées de la recherche porcine 2018, Paris, 6-7/2/2018.